Eutanasia: continua la mobilitazione. Scarica l’appello!

Tavolo di raccolta firme sull'appello ai parlamentari per la discussione della proposta di legge popolare eutanasia legale

La mobilitazione per l’Eutansia Legale continua.

Il nostro obiettivo è quello di radunare quanti più parlamentari possibili all’interno dell’intergruppo per le scelte di fine vita. Per farlo abbiamo bisogno del tuo aiuto e quello di tutti i cittadini che vogliono una legge sul fine vita così come richiesto dalla Corte costituzionale.

Cosa puoi fare?

Scarica il modulo per l’appello, stampalo in diverse copie e raccogli i dati richiesti. Ogni modulo contiene 4 firme.

SCARICA QUI L’APPELLO

Come devi raccoglierle?

Puoi organizzare un tavolo di raccolta firme (qui le istruzioni) oppure raccoglierle porta a porta. Puoi far firmare familiari e amici, far girare l’appello tra i banchi dell’università oppure tra i tuoi colleghi al lavoro. Essendo un semplice appello, non è prevista burocrazia per la raccolta firme!

Cosa fare una volta che hai raccolto le firme?

Ogni 20 firme raccolte, ti chiediamo di contattarci all’indirizzo coordinamento@eutanasialegale.it. In questo modo ti daremo tutte le informazioni su come farci arrivare le sottoscrizioni!

Come utilizzeremo le firme raccolte?

Non utilizzeremo subito le firme raccolte, ma le consegneremo ai parlamentari eletti nelle tua Regione quando ne avremo un numero consistente. Prima di consegnarle, avviseremo via email sia te che tutti i firmatari che ci avranno lasciato un recapito.

Nel modulo di raccolta firme il campo “email” non è obbligatorio, ma vi consigliamo di compilarlo. In questo modo potremo informare i firmatari dell’uso che stiamo facendo della propria sottoscrizione!

Matteo Mainardi (1989) è membro di Giunta dell’Associazione Luca Coscioni. Dal gennaio 2013 coordina il comitato Eutanasia Legale. Nel 2016 ha organizzato la raccolta firme per la legge di iniziativa popolare Legalizziamo!. E’ laureato in Scienze politiche e delle organizzazioni con una tesi sul rapporto tra “Stato liberaldemocratico e libertà di ricerca scientifica” all’Università di Bologna. Con la casa editrice Giappichelli ha pubblicato il volume “Testamento biologico e consenso informato“. Fa parte della Direzione di Radicali Italiani e Certi Diritti.