La pillola del giorno dopo è un farmaco utilizzato come contraccettivo di emergenza entro le 72 ore successive ad un rapporto sessuale non protetto.

In Italia la pillola del giorno dopo può essere venduta senza obbligo di prescrizione a tutte le donne maggiorenni; permane l’obbligo di ricetta nominale non ripetibile prescritta da un medico per le minorenni: pertanto, in caso di necessità, è necessario rivolgersi obbligatoriamente a un medico, con tutte le difficoltà (sia di ordine pratico che di ordine psicologico) che si ricollegano a tale eventualità.

Un’altra peculiarità del nostro Paese riguarda l’obiezione di coscienza, che è prevista soltanto dalla legge 194 sull’interruzione di gravidanza (e che quindi prevede una gravidanza accertata), ma secondo un parere non vincolante del Comitato Nazionale per la Bioetica potrebbe essere estesa alla prescrizione della pillola del giorno dopo (in assenza di una gravidanza accertata).

“STO GIRANDO TUTTI I PRONTO SOCCORSO E NON MI PRESCRIVONO LA PILLOLA DEL GIORNO DOPO” – Grazie all’iniziativa promossa e realizzata con il lavoro prestato gratuitamente da decine di medici di diverse specializzazioni che collaborano come volontari con l’associazione Vita Di Donna,  se sei di Roma, Bari, Perugia, Brescia, Firenze, Palermo, Pisa, Verbania, Cosenza, Udine, Lecce, Sassari, Matera o Melfi, chiama il numero 333 9856046. Il numero è attivo tutti i giorni, festivi compresi, dalle 9 alle 19 e dalle 9 di sabato alle 9 di lunedì.

Consigli pratici contro l’oscurantismo ospedaliero:

  • Fatti sempre registrare all’entrata del Pronto Soccorso
  • Chiedi al personale medico e infermieristico con cui vieni in contatto di qualificarsi
  • Se ti dicono che il ginecologo di turno non può riceverti, chiedi il motivo e le sue generalità
  • Fatti rilasciare una cartella di Pronto Soccorso contenente i motivi della mancata prescrizione
  • Se si rifiutano di aderire a queste tue legittime richieste e ti allontanano senza giustificato motivo, chiama subito le forze dell’ordine e denuncia il tutto sul posto in loro presenza.

DENUNCIA CHI TI NEGA UN DIRITTO – Fintanto che l’attuale situazione non si modifichi, tuttavia, L’Associazione Coscioni offre un supporto a coloro che hanno intenzione di segnalare o denunciare inadempienze di Farmacisti (modulo) o malpractice presso ospedali (modulo)

 

L’Associazione Luca Coscioni è una associazione no profit di promozione sociale. Tra le sue priorità vi sono l’affermazione delle libertà civili e i diritti umani, in particolare quello alla scienza, l’assistenza personale autogestita, l’abbattimento della barriere architettoniche, le scelte di fine vita, la legalizzazione dell’eutanasia, l’accesso ai cannabinoidi medici e il monitoraggio mondiale di leggi e politiche in materia di scienza e auto-determinazione.