5° Congresso Mondiale per la Libertà di Ricerca Scientifica: “La scienza per la democrazia”

dal 11 aprile 2018 14.00 al 13 aprile 2018 13.00

Bruxelles (0) Parlamento Europeo

Organizzatore:
Associazione Luca Coscioni

L’interazione tra le evidenze scientifiche e il processo decisionale sarà la questione centrale del prossimo incontro del Congresso mondiale che si svolgerà dall’11 al 13 aprile 2018 al Parlamento Europeo a Bruxelles.

Il titolo sarà “Science for Democracy

Temi come l’editing del genoma di esseri umani e piante, i diritti dei pazienti, la ricerca sulle cellule staminali embrionali, i diritti riproduttivi e la ricerca sulle sostanze controllate saranno affrontati durante l’evento di tre giorni presso la sede del Parlamento Europeo.

Centrale, per il Congresso, sarà l’affermazione del cosiddetto “diritto alla scienza”, che include il diritto per gli scienziati di condurre ricerche tanto quanto il diritto per le persone di beneficiare dei suoi risultati. È un diritto codificato in dozzine di strumenti nazionali, regionali e internazionali sui diritti umani.

I partecipanti includeranno premi Nobel, rappresentanti di organi esecutivi e legislativi nazionali, entità europee e delle Nazioni Unite, accademici e istituti di ricerca, media, società civile e organizzazioni non governative, compresi quelli che lavorano sui diritti dei pazienti.

Grazie al suo ruolo preminente come colegislatore, il Parlamento europeo, che ha ospitato l’evento nel 2009, è un luogo altamente simbolico che collega la voce dei cittadini e dei responsabili delle decisioni a promuovere legislazioni progressiste.

Il Congresso individuerà le raccomandazioni chiave per i responsabili politici per rivolgersi alle istituzioni nazionali e internazionali responsabili dell’adozione di regolamenti su questioni relative alla scienza.

Di seguito il programma dell’evento:

Mercoledì 11 aprile

(Sala A5E-2)

14:00 – 17:00:“Metodo scientifico e democrazia liberale”

Le questioni politiche in agenda: salute pubblica, intelligenza artificiale, migrazione, riscaldamento globale, hanno bisogno di politiche basate su fatti che dovrebbero essere valutati in base ai risultati. I politici dovrebbero coinvolgere scienziati e pazienti, mentre gli scienziati dovrebbero interagire con la società e i decisori.

Presidenza: Marco Cappato, Tesoriere, ALC, ex deputato al Parlamento europeo

Brando BENIFEI, MEP, ESP Group, Italy

Michele DE LUCA, Center for Regenerative Medicine University of Modena, co-President, ALC

Mikel MANCISIDOR, vicepresidente del Comitato delle Nazioni Unite sui diritti economici, sociali e culturali

Giulia DEL BRENNA, Vice Capo di Gabinetto, Commissario

Carlos MOEDAS, commissario europeo per la ricerca, la scienza e l’innovazione. (TBC)

Tracey BROWN, Direttore, Sense for Science

Jessica WYNDHAM, direttrice, Responsabilità scientifica, diritti umani e programma di giurisprudenza AAAS

Deborah LIPSTADT, Dorot Professor di Storia Ebraica Moderna e Studi sull’Olocausto alla Emory UniversityGeorgia:   “Negazione dell’Olocausto: un prototipo di negazionismo scientifico” 

Walt ORENSTEIN, ex-direttore del Programma National Immunization Program degli Stati Uniti: “L’impatto dei movimenti anti-vaccino sulla salute personale e pubblica

Guido SILVESTRI, Capo della divisione di microbiologia e immunologia presso il Yerkes National Primate Research Center, professore e vicepresidente per la ricerca del Dipartimento di patologia e medicina di laboratorio presso la Emory University School of Medicine, Georgia: “Ricerca sull’AIDS e negazionismo dell’AIDS: quando la pseudo-scienza uccide “

Carl HART, Columbia University: “Scienza e politica” 

Giovedì 12 aprile

(9:00 to 12:00, Sala A5E-2)

Introduzione: Filomena Gallo, Segreterio Associazione Luca Coscioni (ALC); Marco Gentili, co-presidente ALC

9:00-12:00: “Modifica del genoma umano, embrioni e medicina rigenerativa: Migliore comprensione per una migliore regolamentazione”

Presidenza: Stephen MINGER, direttore, SLM Blue Skies; Marisa JACONI, Università di Ginevra

Andrea BOGGIO, Bryant University, Board ALC 

Cesare P.R. ROMANO, Loyola Law School, Board ALC

Toni CATHOMEN, direttore Medical Center – Università di Friburgo Istituto per la medicina trasfusionale e terapia genica

Giovanni BUTTARELLI, Garante europeo della protezione dei dati

Malin PARMAR, Università di Lund 15 Pete COFFEY, UCL, London

Pete COFFEY, UCL, London

Giulio COSSU, Università di Manchester

Beatriz BECERRA, eurodeputato, ALDE, Spagna

Emma BONINO, ex Ministro degli Affari Esteri, Italia

Mirella PARACHINI, Medico Ginecologo, Direzione ALC

Rebecca GOMPERTS, MD, MPP, PhD, Fondatrice e Direttrice di “Women on Waves”

(14:00 to 17:30, Room A3G2)

14:00 – 18:00: “La moderna biotecnologia agricola chiama”

Presidenza: John BRENNAN, Segretario Generale EuropaBioMarco PERDUCA, Board ALC, ex senatore

14:00 “Sfide nella valutazione dei rischi riguardanti il cibo

Vytenis ANDRIUKAITIS, Commissario europeo per la salute e la sicurezza alimentare:

14:30 “Lo stato di avanzamento dell’editing del genoma e della moderna agri-biotecnologia”

Che cos’è l’editing del genoma e perché usarlo in agricoltura? Che cosa dicono le istituzioni scientifiche su rischi e opportunità e su quali passi verso la certezza del diritto?

Janusz BUJNICKI, Membro del Meccanismo di Consulenza Scientifica della Commissione (SAM)

Joachim SCHIEMANN, in rappresentanza del Consiglio consultivo scientifico delle accademie europee (EASAC)

15:00 “L’era del CRISPR”

Le tecniche di modifica del genoma come CRISPR stanno aprendo nuove possibilità in molti campi, inclusa la coltivazione di piante. Quando l’innovazione potrà raggiungere agricoltori e consumatori?

Rene CUSTERS, VIB – Istituto Flemish di Biotecnologia

Paul TEMPLE, Agricoltore inglese

Nora ALONSO, CEO of Iden Biotechnology

Arnaud SCHWARTZ, France Nature environment, Membro Comitato Europeo Economico e Sociale (EESC)

16:15 “Innovazione, precauzione e democrazia: un diritto alla scienza?”

Le prove scientifiche sono un fattore, nel processo decisionale dell’UE, ma ci sono “altri fattori legittimi”. Una democrazia dovrebbe fermare l’innovazione considerata impopolare?

Modera: Roberto DEFEZ, Consiglio Nazionale della Ricerca, Italia

Andrea BOGGIO, Professore presso Bryant University, Consigliere ALC

Dirk HUDIG, Segretario Generale European Risk Forum

David ZARUK, Comunicatore Rischio e Scienza, Professore aggiunto all’Université Saint-Louis Brussel e KUL Brussel

José Miguel MULET, Autore e Professore di Biotecnologia, Università Politecnica di Valencia

Venerdì 13 aprile

(09:00 to 13:00, Sala A3G2)

9:00 alle 11:30: “Ricerca sulle sostanze psicotrope: conoscenza vs proibizione = trattamento”

Presidenza: Tania RE, Cattedra UNESCO, Genova; Marco TRAUB, CEO di TransEuropeanStemCellTherapyConsortium (TESCT), Switzerland

Rick DOBLIN, Associazione multidisciplinare per gli studi psichedelici, MDMA

Raphael MECHOULAM, cannabis

Tomas PÁLENÍČEK, MD, PhD National Institute of Mental Health Czech Republic

Ben SESSA, “Psichedelici e Terapie con la MDMA

Carl HART, Columbia University “bias contro la marijuana” 

11.30-13: “Conclusioni: iniziative per il diritto alla scienza”

Presidenza: Marco CAPPATO e Marco PERDUCA

Gilberto CORBELLINI, Consiglio Nazionale delle Ricerche, Italia: “Ricerca scientifica, ieri, oggi e domani

Sandro GOZI, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri

Benedetto DELLA VEDOVA, Sottosegretario Agli Affari Esteri, Italia

Contributo di Romano SCOZZAFAVA, Consigliere Generale ALC

QUI il programma in inglese 

REGISTRATI COMPILANDO IL FORM: online form

Dove ritirare i distintivi: “Eventi Partecipanti Ospiti”, accanto all’ingresso del Parlamento Europeo “Altiero Spinelli” sito lato Lussemburgo / Esplanade Solidarnosc

Visualizza la mappa

L’Associazione Luca Coscioni è una associazione no profit di promozione sociale. Tra le sue priorità vi sono l’affermazione delle libertà civili e i diritti umani, in particolare quello alla scienza, l’assistenza personale autogestita, l’abbattimento della barriere architettoniche, le scelte di fine vita, la legalizzazione dell’eutanasia, l’accesso ai cannabinoidi medici e il monitoraggio mondiale di leggi e politiche in materia di scienza e auto-determinazione.

Allegati