Vaccini, Mario Riccio: “Con la Moratti torna il concetto di plutocrazia, lontano dalla politica sanitaria universalistica”

Mario Riccio

L’anestesista di Piergiorgio Welby, primario dell’Ospedale di Casalmaggiore risponde così alla proposta di Letizia Moratti

La neo assessore al Welfare della Regione Lombardia aveva suggerito la distribuzione delle dosi di vaccino alle Regioni secondo la loro capacità produttiva.

“Il diritto, costituzionalmente protetto, alla salute non risponde certo alle logiche economicistiche e di mercato” chiarisce il Dott. Mario Riccio. “Inoltre non è necessaria una laurea in economia per capire che non sarebbe certo un’ipotetica priorità per le regioni maggiormente produttive a mettere in sicurezza l’economia dell’intero paese”.

Temiamo invece che quell’affermazione sia più un messaggio lanciato da Letizia Moratti alla cosiddetta “razza padrona”; Con il suo insediamento torna il concetto di di plutocrazia, dopo il disastro della gestione Covid. Stando alle promesse la Lombardia dovrebbe diventare un modello di politica sanitaria universalistica