Eutanasia: 140mila firme a Montecitorio. “Sottraiamo il tema alla rissa dei partiti”

Manifestazione davanti Montecitorio per la legalizzazione dell'eutanasia - 28 marzo 2019

Si è svolta questa mattina davanti a Montecitorio la manifestazione dell’Associazione Luca Coscioni per sollecitare la discussione della proposta di legge Eutanasia Legale, ormai da due mesi nell’agenda dei lavori della Commissioni Giustizia e Affari Sociali ma finora discussa per un totale di sole tre ore.

Marco Cappato, Mina Welby, il Dott. Riccio, Carlo Troilo, decine di cittadini e i famigliari delle persone che più hanno lottato per una legge sul fine vita, hanno indossato pettorine con stampati i nomi dei 140mila italiani che hanno firmato e sostenuto la proposta di legge in favore della libertà di scelta. Tra i manifestanti anche i deputati Riccardo Magi (Radicali, +Europa), Alessandro Zan (PD), Rossella Muroni (LeU) e Aldo Penna (M5S), oltre al senatore Matteo Mantero (M5S).

«Dobbiamo sottrarre il tema dalla rissa dei partiti e chiediamo ai parlamentari di assumersi la responsabilità di esprimersi in materia, senza nascondersi dietro etichette di maggioranza e opposizione» ha sostenuto durante la manifestazione Marco Cappato. «140mila cittadini chiedono, con le loro firme, questa legge e anche la Corte Costituzionale ha definito necessario un intervento del parlamento, quindi manca solo che proprio il Parlamento ascolti e agisca».

Le 7500 firme raccolte nell’ultimo weekend di mobilitazione nazionale verranno consegnate a Di Maio e Zingaretti non appena questi risponderanno alla lettera con richiesta di incontro inviata dai leader dell’Associazione. Nel testo gli si chiede di lavorare, attraverso il proprio gruppo parlamentare, per un rapido e approfondito confronto sulla proposta popolare per assicurare il rispetto dell’ordinanza della Corte costituzionale.

Le audizioni degli esperti, previste per questa mattina in Commissione, sono inoltre state cancellate nella serata di ieri.