Cannabis terapeutica: testo inutile ma non dannoso, si investa in ricerca e produzione

cannabis

La Camera dei Deputati adotta una legge inutile e non dannosa sulla cannabis terapeutica.
Dopo aver rischiato la legalizzazione della coltivazione di cannabis per uso personale – bocciata con una manciata di voti segreti mercoledì sera – la Camera ha appena votato una legge che è un catalogo di norme adottate precedentemente.
Vista la sostanziale inutilita’ del testo, se si ritiene davvero di voler promuovere la cannabis terapeutica in Italia, occorre investire in ricerca scientifica e trial clinici, partendo da studi e sperimentazioni sulla FM2 prodotta dallo stabilimento farmaceutico militare di Firenze e, per andare incontro alle esigenze dei malati, occorre che il governo conceda la licenza anche ad altri soggetti produttori per aumentare significativamente la produzione di THC e CBD.
Le leggi ci sono. occorre la volontà politica, il testo orchestrato dall’Onorevole Miotto è inutile, ma sicuramente non dannoso.

Dichiarazione di Marco Perduca, membro di Giunta dell’Associazione Luca Coscioni

L’Associazione Luca Coscioni è una associazione no profit di promozione sociale. Tra le sue priorità vi sono l’affermazione delle libertà civili e i diritti umani, in particolare quello alla scienza, l’assistenza personale autogestita, l’abbattimento della barriere architettoniche, le scelte di fine vita, la legalizzazione dell’eutanasia, l’accesso ai cannabinoidi medici e il monitoraggio mondiale di leggi e politiche in materia di scienza e auto-determinazione.