Elezioni europee 2019: l’Associazione Luca Coscioni lancia 11 proposte ai candidati

Marco Cappato e Filomena Gallo

Elezioni europee 2019, Filomena Gallo e Marco Cappato: “Non ci candidiamo, ma con l’Associazione Luca Coscioni rafforzeremo le libertà in Europa agendo da fuori le istituzioni con l’azione nonviolenta”.

L’Associazione Luca Coscioni ha individuato e compilato una lista di temi cruciali per il futuro dell’Unione Europea. 11 proposte contenute in un appello rivolto all’indirizzo dei partiti in corsa per le prossime europee.

Vogliamo difendere il diritto umano alla libertà di scienza e autodeterminazione attraverso azioni dirette e nonviolente – dichiara Marco Cappato, Tesoriere Associazione Luca Coscioni  – Il continuo sviluppo della conoscenza e delle applicazioni nel campo biomedico ed altri aspetti della vita pubblica, resi possibili dall’innovazione tecnologica, richiede che la scienza, e l’opinione degli scienziati, sia presa debitamente in considerazione quando vengono prese decisioni legislative. I criteri scientifici devono complementare le decisioni basate sui fatti e sui valori, se il processo decisionale deve essere veramente efficace e conforme agli obblighi internazionali, in particolare in materia di diritti umani”.

A difesa della libertà di scienza e autodeterminazione Filomena Gallo, Segretario dell’Associazione, assieme Marco Perduca di Science for Democracy ha appena inviato all’ONU un dossier sulle violazioni italiane dei diritti umani in termini di libertà di scienza:

Ci batteremo a livello europeo tenendo sempre viva la nostra azione a difesa del diritto umano alla scienza. Abbiamo già iniziato il nostro percorso dettagliando nei giorni scorsi alle Nazioni Unite quante quali violazioni su questi temi permangono, ad esempio, ancora nel nostro paese. L’esame del rispetto dei Diritti Umani da parte dell’Italia avverrà nell’autunno di quest’anno.

Questi gli undici obiettivi “Europei” al centro dell’azione di Associazione Luca Coscioni e Science for Democracy, aperti all’adesione dei candidati di tutti i partiti:

1. Diritto alla Scienza

Chiediamo la totale applicazione del diritto “della” e “alla” scienza come previsto dalle Nazioni Unite: cioè il diritto a godere dei benefici del progresso scientifico e delle sue applicazioni, il diritto di accedere alla conoscenza scientifica, e anche il diritto di partecipare allo sviluppo scientifico senza restrizioni arbitrarie o ideologiche, e il dovere degli Stati di prendere tutti i provvedimenti necessari per assicurare lo sviluppo, la conservazione e la diffusione della scienza e della cultura.

2. Diritti alla salute sessuale e riproduttiva e Procreazione assistita

Chiediamo maggiore informazione sui diritti alla salute sessuale e riproduttiva, un accesso ampio e libero alla contraccezione (rimborsato dallo Stato), e all’aborto. L’UE deve sostenere appropriate campagne d’informazione per assicurare che ovunque nel mondo, a partire dagli Stati membri dell’Unione, le donne portino a termine gravidanze solo se, quando, e come desiderano. L’UE deve anche collaborare con le Agenzie ONU competenti per fornire un’ampia fornitura di metodi contraccettivi, anche e soprattutto nelle aree rurali.

Chiediamo inoltre un seguito fattivo alla Risoluzione del Parlamento europeo del 21 febbraio 2008 sul futuro demografico dell’Europa (2007/2156(INI)) che “rileva che l’infertilità è una patologia riconosciuta dall’Organizzazione mondiale della sanità, suscettibile di avere gravi conseguenze, come la depressione; sottolinea che la sterilità è in aumento e colpisce attualmente circa il 15 % delle coppie; invita pertanto gli Stati membri a garantire il diritto delle coppie all’accesso universale al trattamento contro l’infertilità”.

3. Disabilità

Chiediamo la piena applicazione della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità ivi comprese tutte le misure necessarie per l’abbattimento delle barriere architettoniche in edifici pubblici e privati anche negli impegni con i paesi terzi.

4. Fine Vita

Chiediamo il pieno riconoscimento delle decisioni sul fine vita – inclusi testamento biologico, suicidio assistito ed eutanasia – da parte di adulti capaci di intendere e di volere, come parte chiave del diritto fondamentale alla salute.

5. Diversità nei campi STEM

Chiediamo interventi attivi in supporto di una maggiore diversità nei campi di Scienza, Tecnologia, Ingegneria e Matematica (STEM). L’UE dovrebbe promuovere l’inclusione delle donne nelle professioni STEM e assicurare pari opportunità in tutte le fasi della carriera.

6. Editing del Genoma Umano

Chiediamo lo sviluppo – sotto stretta regolamentazione e controllo – e il finanziamento UE della ricerca sull’editing del genoma umana per fini terapeutici.

7. Ricerca sugli Embrioni

Chiediamo il finanziamento UE per la ricerca sulle blastocisti umane, entro 14 giorni dalla fertilizzazione, per fini terapeutici o con l’obiettivo di procurarsi delle cellule staminali, incluso attraverso la clonazione terapeutica.

8. Editing del Genoma delle Piante

Chiediamo finanziamenti UE per la ricerca sulle piante, inclusi gli esperimenti in campo aperto, che usa tecniche di mutagenesi, come CRISPR-Cas9; chiediamo anche nuove regolamentazioni sulla designazione delle piante sviluppate con tecniche cisgeniche, come CRISPR, affinché non siano etichettate come organismi geneticamente modificati nonché una revisione radicale della Direttiva 2001/18/CE sugli OGM ormai datata.

9. Accesso Libero alla Scienza

Chiediamo un pieno ed immediato Accesso Libero alla scienza: le pubblicazioni scientifiche che sono il risultato di ricerca finanziata da contributi pubblici, forniti da consigli di ricerca nazionale e/o Europei e organismi di finanziamento, devono essere pubblicati in pubblicazioni ad Accesso Libero o su piattaforme ad Accesso Libero conformi alle norme.

Chiediamo anche che l’UE promuova l’accesso libero, rendendo i dati di ricerca disponibili e accessibili al pubblico e agli accademici ogni qualvolta sia possibile.

10. Narcotici Controllati

Chiediamo ricerca ulteriore e trial clinici sugli usi terapeutici della cannabis. Studi ulteriori sono anche necessari su MDMA, Psilocibina, DMT, LSD, Ayahausca, Ketamina ed Ibogaina per testare il loro valore terapeutico.

11. Valutazione delle Politiche

Chiediamo il rafforzamento di una valutazione delle politiche basata sui fatti nell’Unione Europea e di rendere più accessibile ai cittadini sia a livello nazionale che europeo l’elaborazione ed i risultati delle valutazioni ex ante ed ex post delle politiche e degli investimenti che hanno un impatto sulla società e l’ambiente.

L’Associazione Luca Coscioni è una associazione no profit di promozione sociale. Tra le sue priorità vi sono l’affermazione delle libertà civili e i diritti umani, in particolare quello alla scienza, l’assistenza personale autogestita, l’abbattimento della barriere architettoniche, le scelte di fine vita, la legalizzazione dell’eutanasia, l’accesso ai cannabinoidi medici e il monitoraggio mondiale di leggi e politiche in materia di scienza e auto-determinazione.