Superare i veti su biotecnologie, PMA, biotestamento e disabilità: documento del Consiglio generale

consiglio-generale

Il Consiglio generale dell’Associazione Luca Coscioni per la libertà di Ricerca scientifica si è riunito a Roma per fare il punto sulle iniziative in corso e su quelle future sui temi di interesse dell’associazione che difende le libertà civili, come Ricerca Scientifica, Fecondazione, PMA e Disabilità.

Associazione Luca Coscioni si appella al Governo affinché negli ultimi mesi della legislatura:

  • Autorizzi la ricerca sugli embrioni/blastocisti non idonei per una gravidanza – attualmente crioconservati senza alcuna previsione di utilizzo – per recuperare urgentemente il ritardo della ricerca italiana nei confronti del resto del mondo, come più volte richiesto alla Ministra Fedeli;
  • Autorizzi la promozione di progetti di ricerca pubblica per la coltivazione in campo aperto di piante tipiche (riso e susine) migliorate con la tecnica dell’editing del genoma, ponendo fine a una paralisi decisionale dei Ministri Martina e Galletti;
  • Ponga fine all’esclusione dell’analisi genetica pre-impianto nei Livelli Essenziali di Assistenza imposta dalla Ministra Lorenzin per porre fine alla genetica “di classe” che oggi consente solo alle persone abbienti di rivolgersi a centri privati per ridurre i rischi di concepire figli affetti da malattie anche mortali;
  • Emani un atto urgente in esecuzione della vigente normativa, sulla firma digitale e/o elettronica che preveda, per le persone con disabilità capaci di intendere e di volere che non possono firmare in modo autografo, la possibilità di certificare legalmente  la loro volontà di firma –  tramite strumentazione elettronica – sia per dichiarazioni che per richiedere atti e certificazioni
  • Termini (dopo 9 mesi!) il conteggio delle firme sulla proposta di legge di iniziativa popolare in materia di legalizzazione della cannabis ammettendo finalmente i certificati elettorali forniti in formato elettronico, ponendo così fine alle riserve burocratiche finora frapposte alla proclamazione del deposito della legge.

Associazione Luca Coscioni invita:

I Parlamentari a portare a termine l’iter della legge sulle disposizioni anticipate di trattamento, quella sulla legalizzazione della cannabis nonché la riforma della legge 40 prima della fine della legislatura ponendo fine a un’inerzia pluriennale su questi temi.

Governo e Parlamento a includere nella prossima legge finanziaria un concreto segnale di attenzione al finanziamento alla ricerca decuplicando i fondi per quella di base – un investimento dell’ordine di grandezza di meno di un decimo di quanto speso per il salvataggio delle banche venete – e che tali fondi siano assegnati con criteri meritocratici e non di selezione politica, come purtroppo avvenuto nel caso dell’IIT di Genova.

Inoltre invita:

tutti coloro che hanno a cuore le sorti della scienza e delle libertà civili al XIV Congresso dell’Associazione Luca Coscioni a Torino, dal 29 settembre al giorno 1 ottobre 2017.

Invita infine i mezzi d’informazione pubblicare articoli, o fare dei servizi relativi alle tematiche scientifiche e autodeterminazione, del fine vita ai vaccini alla vicenda del piccolo Charlie Gard, al fine di favorire un dibattito approfondito, circostanziato e fondato su evidenze scientifiche su scienza è bioetica.