La violenza sulle Donne va combattuta anche promuovendo la conoscenza

Violenza domestica sulle donne

Queste le dichiarazioni dell’avvocato Filomena Gallo, Segretario Nazionale dell’Associazione Luca Coscioni, in occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle Donne 2020.

In collaborazione con D.I.Re – Donne in rete contro la Violenza, l’Associazione Luca Coscioni vuole offrire un aiuto alle donne vittime di violenza attraverso CitBot, l’intelligenza artificiale per le libertà civili.

CitBot è un chatbot, un sistema di intelligenza artificiale sviluppato da Revevol Italia in grado di rispondere a tutte domande su diversi temi legati ai diritti civili. Un servizio totalmente gratuito che fornisce informazioni in modo chiaro e preciso 24h su 24.

Dopo una fase di test iniziale ora CitBot è ora in grado di rispondere a centinaia di domande sulla violenza nei confronti delle donne, quesiti che rivelano ansia, paura, preoccupazione, ma anche incertezza su informazioni pratiche.

Alcuni esempi:

  • Con chi parlare se sono vittima di violenza?
  • Cosa posso fare per capire se vivo una relazione amorosa violenta?
  • La violenza sulle donne si manifesta sempre nello stesso modo?
  • Qual è il limite tra rapporto sessuale e violenza?
  • Come faccio a sostenere le spese legali in caso di violenza, se non ho un reddito?
  • Esiste una normativa sullo stalking?
  • Legalmente cosa si può fare in caso di violenza?
  • Posso sostenere una persona se so che è vittima di violenza?
  • Molte donne subiscono violenza domestica.. come si possono aiutare?

L’Avvocato Filomena Gallo, segretario dell’Associazione Luca Coscioni, con alle spalle un lavoro decennale a difesa dei diritti delle donne, ha dichiarato: “Il riconoscimento del diritto alla salute passa anche dalla conoscenza e il programma sviluppato con D.I.re. è in grado di fornire aiuto ai numerosi sos giunti finora in associazione. Un sistema che risponde in totale anonimato, 24 ore su 24, rappresenta un ausilio di primaria importanza soprattutto nelle situazioni più drammatiche che necessitano di un supporto chiaro, veloce, anonimo, slegato da orari e contatti necessariamente telefonici”.

“In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, inoltre, l’Associazione Luca Coscioni aderisce alla campagna lanciata dalla ong WeWorld #FermaLaTamponTax – conclude Gallo – Violenza di genere è sinonimo anche di violenza azioni economiche che determinano il carico di maggiori costi a cui le donne vengono costrette. Per questo la battaglia contro la tampon tax, l’imposta sul valore aggiunto applicata su assorbenti, tamponi e coppette mestruali, strumenti imprescindibili per la salute della donna, è un tema intorno cui da tempo si assiste a una mobilitazione generale cui ci uniamo con forza”.