cappato-welby-notizia

È fissata per il prossimo 31 maggio 2018 alle ore 10.30 l’udienza preliminare presso il Tribunale di Massa riguardante la vicenda di Davide Trentini, per cui sono imputati Mina Welby e Marco Cappato. 

Chi era Davide Trentini?

Tutti conoscono la storia di Dj Fabo in pochi, invece, conoscono la storia analoga di Davide Trentini. Davide era malato di sclerosi multipla dal 1993. Aveva 53 anni e la sua vita, segnata da una salute progressivamente sempre più deficitaria, era diventata un calvario. Per questo ha contattato Marco Cappato e poi Mina Welby per conoscere le modalità e infine accedere alla morte volontaria in Svizzera.

Cosa è successo?

Dopo vari incontri e dopo l’aiuto di Mina nello sbloccare alcune procedure burocratiche, svolgendo anche il delicato ruolo di interprete in lingua tedesca con la medesima clinica elvetica, Davide ha ricevuto il cosiddetto semaforo verde. È partito dunque per la Svizzera con Mina dove ha avuto accesso alla cosiddetta morte volontaria il 13 aprile 2017.

Cosa hanno fatto Mina Welby e Marco Cappato?

Mina Welby ha accompagnato Davide Trentini in Svizzera, aiutandolo in tutte le procedure burocratiche. Marco Cappato, invece, aveva raccolto, attraverso l’associazione Soccorso Civile Sos Eutanasia di cui fanno parte entrambi insieme a Gustavo Fraticelli, i fondi mancanti per pagare la clinica Svizzera.

Per cosa sono imputati?

Entrambi sono stati imputati per aver aiutato Davide Trentini a raggiungere la Svizzera e ottenere il suicidio assistito, dunque per il reato di cui all’art. 580 del codice penale in concorso fra loro, (istigazione o aiuto al suicidio).

Cosa è il suicidio assistito?

È una forma di eutanasia, legale in Svizzera, dove a seguito di un iter strettamente regolamentato, e sotto controllo medico, la persona che ne fa richiesta autonomamente si somministra il farmaco, senza intervento di terzi.

Perché Marco Cappato e Mina Welby subiscono questo procedimento?

Marco Cappato e Mina Welby, consapevoli del divieto per la legge italiana, anche del solo aiuto al trasporto in Svizzera del malato che ne faccia richiesta, si sono autodenunciati presso la stazione dei Carabinieri di Massa, mettendo in pratica una disobbedienza civile avviata con la associazione Sos Eutanasia soccorso civile, insieme a Gustavo Fraticelli.

Qual è l’obiettivo della disobbedienza civile?

È quello di modificare i divieti del codice penale in Italia affinché venga finalmente approvata una normativa sul fine vita – conquistata in parte attraverso il riconoscimento delle garanzie costituzionali sull’autodeterminazione dell’individuo nella sfera sanitaria grazie all’attivazione della giurisdizione nei casi Welby ed Englaro e da ultimo con la legge sul testamento biologico – a partire dalla modifica dell’art. 580 del nostro codice penale.

Cosa dice l’art. 580 del Codice Penale?

L’art. 580 del Codice penale, denominato “Istigazione o aiuto al suicidio” dice fra l’altro: “chiunque determina altri al suicidio o rafforza l’altrui proposito di suicidio, ovvero ne agevola in qualsiasi modo l’esecuzione, è punito, se il suicidio avviene, con la reclusione da cinque a dodici anni”.

A che punto è arrivato il procedimento?

La morte di Davide Trentini è avvenuta il 13 aprile 2017L’indomani Marco Cappato e Mina Welby si sono autodenunciati. La fase delle indagini svolte dalla Procura di Massa si è conclusa con il cosiddetto “Avviso di conclusione delle indagini preliminari”, datato 28 settembre 2017. Con questo atto sono stati avvisati gli indagati della richiesta di rinvio a giudizio da parte della Procura di Massa al Gip, che ha fissato l’udienza preliminare per il prossimo 31 maggio 2018 alle ore 10.30. A questo punto il Giudice dell’udienza preliminare dovrà decidere se rinviare a giudizio Mina Welby e Marco Cappato, imputati ex art. 110 e 580 comma 1 del codice penale, ovvero per istigazione o aiuto al suicidio sotto forma di concorso.

Cosa posso fare per sostenere l’iniziativa di Mina Welby e Marco Cappato?

Puoi sostenere sui social o più concretamente con una donazione la coraggiosa azione di disobbedienza civile.

Dona ora