Una molecola dalla forma inafferrabile

Vibra e cambia forma in modo bizzarro

La maggior parte delle molecole ha una struttura tridimensionale rigida. Il metano protonato contiene un atomo di carbonio e cinque di idrogeno, uno dei quali è ionizzato, ossia costituito dal solo protone del nucleo. I cinque protoni d’idrogeno si contendono così i quattro legami della molecola, inscenando una sorta di balletto. In questo processo, la molecola vibra e ruota in modi bizzarri, continuando a cambiare la propria struttura tridimensionale, pur restando sempre circa allo stesso livello energetico. Gli sforzi decennali dei chimici per capire come e perché ciò accada si erano finora scontrati con difficoltà insormontabili. La spiegazione è ora giunta da un laboratorio di ricerca collegato al National Institute of Standards and Technology (NIST), con la collaborazione di ricercatori dell’Università del Colorado a Boulder, ed è stata ottenuta analizzando lo spettro infrarosso di un gas di queste molecole portato a temperatura bassissima e confrontando i dati con le previsioni di un modello teorico messo a punto da Joel Bowman della Emory University di Atlanta, e da Anne McCoy della Ohio State University.
L’interesse della scoperta non è solo accademico, in quanto la singolare molecola sembra essere abbondante nelle nubi di gas interstellare e potrà contribuire a comprendere le singolari reazioni chimiche che sembrano avvenirvi.