Give CRISPR a Chance! Il 25 luglio conferenza stampa alla Camera

25 luglio 2019 14.30

Roma (RM) Camera dei Deputati

Organizzatore:
Associazione Luca Coscioni - Federazione Italiana Scienze della Vita - Società Italiana Genetica Agraria - Science for Democracy
crispr

Il 25 luglio alle 14:30, l’Associazione Luca Coscioni, la Federazione Italiana Scienze della Vita, la Società Italiana Genetica Agraria, la Società Italiana di Biologia Vegetale e Science for Democracy presentano una lettera aperta diretta alle istituzioni europee e al governo italiano a un anno dalla decisione della Corte europea di giustizia che ha considerato le più recenti tecniche di mutagenesi vegetale alla stregua degli OGM.

La lettera fa seguito a un position paper coordinato dalla sede di Gent (Belgio) dell’Istituto fiammingo di biotecnologie (VIB), un’istituzione di ricerca governativa, e sottoscritto da più di cento istituti di ricerca e associazioni provenienti da tutta Europa. Con la lettera aperta, la comunità scientifica europea, in modo concorde e con una voce sola, chiede un ripensamento strutturale di quanto deciso della Corte sulle nuove tecniche di mutagenesi (editing dei genomi) applicate agli organismi vegetali.

All’inizio dell’estate, nel corso dell’incontro “CRISPRcon” a Wageningen, nei Paesi Bassi, anche il Commissario Europeo Andriukaitis ha avuto parole chiare sul potenziale dell’editing dei genomi. Nelle ultime settimane, oltre agli istituti di ricerca che hanno firmato per primi il documento si sono aggiunte associazioni come la European Plant Science Organization (EPSO), la European Seed Association (ESA), Europa Bio nonché l’organizzazione dei sindacati degli agricoltori, Copa Cogeca, tutte a favore di un’agricoltura sostenibile e perché le tecnologie di editing dei genomi siano esenti dalle regolamentazioni sugli OGM.

“C’è una maggiore consapevolezza da parte dei politici sulla tecnologia dell’editing dei genomi” ha affermato il Professor Dirk Inzé, Direttore del VIB, “e la visibilità degli scienziati al Parlamento europeo sta aumentando, come dimostrato dal lavoro dello Scientific Advice Mechanism (SAM) della Commissione europea, che ha preso una posizione fortemente positiva verso una revisione della Direttiva EU sugli OGM, in modo da favorire l’editing del genoma in agricoltura. Recentemente, anche la maggioranza dei ministri dell’agricoltura degli stati europei – inclusa l’Italia. – ha espresso la volontà di rivedere la Direttiva. E tutt’intorno all’Europa il numero di paesi sempre più aperti all’editing dei genomi è in continuo aumento”.

  • Filomena Gallo, Segretario nazionale dell’Associazione Luca Coscioni
  • Gennaro Ciliberto, Presidente della Società italiana delle Scienze della Vita
  • Enrico Pe’, Vicepresidente e Presidente in pectore della Società Italiana Genetica Agraria
  • Edgardo Filippone, Segretario SIGA
  • Marco Cappato, Tesoriere dell’Associazione Luca Coscioni
  • Marco Perduca, Coordinatore di Science for Democracy