Vittoria a Tarquinia: approvato il P.E.B.A!

barriere_0

APPROVATO IL PIANO ELIMINAZIONE BARRIERE ARCHITETTONICHE, VITTORIA DI TARQUINIA E NUOVO TRAGUARDO DELL’ASSOCIAZIONE LUCA COSCIONI.

Dichiarazioni di Marco Gentili, Co-Presidente dell’Associazione Luca Coscioni e Consigliere comunale a Tarquinia 

Il Comune di Tarquinia ha raggiunto un grande traguardo. Il P.E.B.A., Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche, stando alla proposta di deliberazione della Giunta comunale inviatami in data 18 marzo dall’ufficio lavori pubblici, è stato approvato dalla Giunta comunale giovedì 9 marzo: si è giunti alla sua approvazione dopo 33 giorni, ma è come se fossero passati 33 anni come quelli di Cristo dal 14 gennaio, data del deposito degli atti cartacei del P.E.B.A. prodotti dall’incaricato Arch. Modanesi.

Un risultato storico, che fa della città una delle poche realtà italiane ad essersi dotata di un Piano in fase di realizzazione, nel rispetto della Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità del 2006”, commenta Marco Gentili, Co-Presidente dell’Associazione Luca Coscioni e Consigliere comunale a Tarquinia.

Va reso il doveroso merito all’attuale Giunta comunale che, anche se con più di 30 anni di ritardo, ha dato attuazione alla Legge n. 41 del 1986 con la quale l’Italia si impegnava a introdurre i PEBA entro un anno, pena un “commissariamento” da parte delle Regioni.

Come sempre la speranza (soprattutto in politica) è l’ultima a morire, e possiamo finalmente alzare le braccia per tagliare un traguardo tanto atteso e festeggiare un risultato che ha visto l’Associazione Luca Coscioni, nelle vesti del componente di Giunta Vittorio Ceradini e del Vice Segretario Gustavo Fraticelli, e me nel binomio tra Co-Presidente dell’Associazione e Consigliere comunale impegnarci con tenacia per cinque anni”, prosegue Gentili.

Ingenti le somme da destinare agli interventi atti all’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici di proprietà del Comune e negli spazi urbani. Sarà compito della prossima amministrazione, nei 5 anni di tempo della legislatura, impegnare risorse proprie e richiedere finanziamenti regionali ai sensi della Legge Regionale n. 74 del 1989 per predisporre la cifra di € 1.078.000,00 prevista dalla delibera approvata, da utilizzare nell’eliminazione delle barriere che attualmente ostacolano la normale fruibilità dei luoghi comunali e degli spazi pubblici non solo ai cittadini disabili, ma a tutti coloro che fanno esperienza di barriere architettoniche incontrando impedimenti sul loro cammino quando hanno una disabilità temporanea o, ad esempio, spingono un passeggino.

Il Comune tarquiniese si è assunto la responsabilità di plasmare una città a misura d’uomo. Stesso compito spetta agli enti regionali, statali, privati ed ecclesiastici che godono sul territorio di svariate proprietà tutte da rendere accessibili”, prosegue Gentili. Sulla base delle stime compiute dell’Arch. Modanesi, l’ammontare complessivo di spesa per gli enti citati è pari a € 155.000,00.

È fondamentale attuare una sinergia tra tutti gli enti, affinché il P.E.B.A. diventi uno strumento guida per l’eliminazione degli ostacoli architettonici che sia completo, efficace e duraturo nel tempo. Sarà impegno del Comune inserire nelle progettazioni di opere future tutti gli interventi, in modo da non creare mai più nuove barriere architettoniche. Tanta strada c’è ancora da compiere: il Piano è da estendere a tutto il territorio provinciale e nazionale, e soprattutto occorre vigilare affinché lo stesso non rimanga solo sulla carta, ma diventi una realtà concreta fatta di interventi e solide realtà. Il P.E.B.A. deve diventare un volano per cambiare anche la mentalità collettiva in tema di disabilità e accessibilità”, conclude il Co-Presidente di Associazione Luca Coscioni.

Si possono consultare gli atti di approvazione del P.E.B.A del Comune di Tarquinia CLICCANDO QUI