Ricerca: con nomina Morresi, Governo Renzi contro la scienza

L’Esecutivo avrebbe potuto chiedere agli esperti sulle cellule staminali di rappresentare l’Italia dinanzi alla Grande Camera della Corte EDU, aprendo la strada all’abrogazione del proibizionismo alla ricerca. Invece no: il Governo Renzi preferisce difendere una legge che la Corte Costituzionale sta cancellando ad ogni intervento e non rispettare quei principi fondamentali della Carta Costituzionale che sono riconosciuti a tutti i cittadini che non hanno problemi nel procreare. E’ una strada miope, che va contro gli interessi dei ricercatori e dei malati.