GeniMigliori.it, online il nostro sito dedicato al genome editing vegetale

biotecnologie verdi
Dal 10 ottobre online il nostro sito dedicato al genome editing vegetale.
In occasione del G7 dell’agricoltura, ospitato a Bergamo dal 14 al 15 ottobre, l’Associazione Luca Coscioni rilancia l’appello ai Ministri di Agricoltura, Ambiente e Salute affinché consentano la sperimentazione in campo di colture frutto di ricerche italiane con l’editing del genoma e promuove un confronto aprto sugli organismi geneticamente migliorati sulla base di verificabili evidenze scientifiche lanciando il sito GeniMigliori.it.

“Nell’annunciare la riunione” hanno detto Marco Cappato e Marco Perduca, dell’Associazione Luca Coscioni “il Ministro Martina ha dichiarato che il G7 sull’agricoltura sarà un ‘confronto sulle azioni e sulle responsabilità da esercitare in campo agricolo e alimentare per produrre meglio sprecando meno e garantire livelli di sostenibilità sempre maggiori per il futuro dell’agricoltura globale’. Niente di più condivisibile ma anche niente di più sistematicamente boicottato. Il Ministro Martina continua a privilengiare dichiarazioni mediaticamente seducenti senza tradurle in scelte di governo, prova ne è il boicottaggio della sperimentazione in campo aperto delle ricerche di vari atenei italiani”.

“Ci si dice che il G7 affronterà le crisi di settore dovute al ‘mercato’ quanto ai ‘fenomeni naturali’ – terremoti, e ai cambiamenti climatici per ‘fornire strumenti concreti agli agricoltori e tutelare il loro reddito in tutto il mondo’, peccato che in Italia, oltre a bloccare le sperimentazioni, si proibisce la coltivazione di OGM consentendone ipocriticamente l’importazione.

“Al nostro XIV Congresso abbiamo organizzato un dibattito su “diritto alla scienze e biotecnologie verdi” che ha fatto il punto sulle normative, le politiche, le pratiche e le proibizioni sul tema tenendo di conto anche delle proposte e richieste di agricoltori e dell’industria” hanno concluso Cappato e Perduca “auspichiamo che la riunione di Bergamo mantenga le promesse della vigilia. Per quanto ci riguarda invitiamo da subito ricercatori, scienziati, esperti, persone interessate oltre che associazioni ecologiste e di consumatori a visitare il sito GeniMigliori.it – lanciato grazie al sostegno non condizionato di EuropaBio – per discutere di OGM sulla base di dati e rivedere l’interpretazione italiana del ‘principio di precauzione’.
E’ possibile sostenere le richieste al Governo dell’Associazione Luca Coscioni firmando la Carta del 24 gennaio per la libertà di ricerca attraverso la modificazione del genoma vegetale.