Nuova sede, nuove sfide

Foto con Marco Cappato, Marco Gentili, Filomena Gallo, Mina Welby e Michele De Luca

Da oggi, l’Associazione Luca Coscioni si trasferisce nella nuova sede, in via San Basilio 64 a RomaIl nostro nuovo numero di telefono è 06.64010848.

30.000 Euro per aprirla, e 2.300 al mese di affitto. E’ il costo per continuare con il vostro aiuto.

Proprio all’indomani delle motivazioni con le quali la Corte costituzionale ha accolto le nostre ragioni sul caso Cappato / DJ Fabo, l’Associazione Luca Coscioni si sposta nei nuovi locali in via di S. Basilio 64, dopo essere stata allontanata dalla sede del Partito radicale.

L’allestimento e le spese necessarie, come abbiamo detto, ci costano 30.000 euro, e pagheremo 2.300 euro al mese di affitto. E’ il costo minimo per ripartire con le nostre forze per affrontare le nuove sfide del diritto alla scienza e all’autodeterminazione.

Ti chiediamo di contribuire, iscrivendoti subito all’Associazione Luca Coscioni per il 2019 o versando un contributo per la nuova sede.

Grazie per quanto farai!

Filomena Gallo e Marco Cappato
Segretario e Tesoriere dell’Associazione Luca Coscioni

 

QUOTE E MODALITA’ DI VERSAMENTO 

LE QUOTE DI ISCRIZIONE
Quota minima, 100 Euro
Quota sostenitore, 200 Euro
Quota finanziatore, 400 Euro

CON CARTA DI CREDITO online

ISCRIZIONE | DONAZIONE
o chiamando il numero 06.64010848

HAI UN CONTO PAYPAL?
Usa questo link https://www.paypal.me/AssociazioneCoscioni/
scegli l’importo ed effettua il login sul tuo conto in pochi secondi potrai fare la tua donazione

CON BONIFICO BANCARIO
intestato a Associazione Luca Coscioni
IBAN: IT79E0832703221000000002549

CON CONTO CORRENTE POSTALE
n. 41025677 intestato aAssociazione Luca Coscioni
Via di San Basilio 64 – 00187, Roma

 

L’Associazione Luca Coscioni è una associazione no profit di promozione sociale. Tra le sue priorità vi sono l’affermazione delle libertà civili e i diritti umani, in particolare quello alla scienza, l’assistenza personale autogestita, l’abbattimento della barriere architettoniche, le scelte di fine vita, la legalizzazione dell’eutanasia, l’accesso ai cannabinoidi medici e il monitoraggio mondiale di leggi e politiche in materia di scienza e auto-determinazione.