L’Associazione Luca Coscioni vive grazie a te. Ecco come aiutarci!

14 dicembre 2017 approvazione della legge sul biotestamento associazione luca coscioni

Tutte le battaglie politiche dell’Associazione Luca Coscioni sono autofinanziate. Chiunque può fare la sua parte per sostenere le nostre iniziative per nascere, crescere, vivere e morire liberi.

Aiutaci a far sapere ai tuoi amici che è possibile sostenere l’Associazione per le libertà civili gratuitamente, attraverso il 5×1000!

Di seguito alcuni modi per aiutarci.

1. Imposta la copertina di Facebook

Scarica l’immagine qui sotto e pubblicala su Facebook come copertina del tuo profilo. Come fare? Clicca sull’immagine con il tasto destro del mouse e vai su “Salva immagine con nome”. Sul tuo profilo Facebook scorri con il mouse sulla copertina e, in alto a sinistra clicca su “Aggiorna immagine di copertina” e poi su “Carica foto”. Scegli l’immagine e salva.

Copertina Facebook 5x1000 Associazione Luca Coscioni 2018

2. Manda un messaggio whatsapp ai tuoi contatti

Puoi scrivere ai tuoi contatti mandandogli il seguente messaggio:

Quest’anno ho deciso di donare il mio 5×1000 all’Associazione Luca Coscioni per sostenerne le battaglie di libertà.
L’Associazione Luca Coscioni ha ottenuto la nuova legge sul Testamento Biologico. Con il processo a Marco Cappato sarà anche giudicata la legge che ha impedito a Fabo di scegliere, in Italia.
Il 5×1000 all’Associazione Luca Coscioni è il 5×1000 per vivere liberi fino alla fine.
Scrivi il codice 97283890586 nel riquadro “sostegno del volontariato…” della tua dichiarazione dei redditi. Non ti costa nulla, serve a tanto!
Per ricevere il promemoria o per maggiori informazioni https://www.associazionelucacoscioni.it/5×1000/

3. Distribuisci il materiale

Puoi richiederci del materiale informativo riempiendo il form qui sotto. Ti invieremo a casa il nostro kit per l’attivista!

Richiesta materiale 5x1000

Richiedi il materiale da distribuire tra i tuoi contatti

 

L’Associazione Luca Coscioni è una associazione no profit di promozione sociale. Tra le sue priorità vi sono l’affermazione delle libertà civili e i diritti umani, in particolare quello alla scienza, l’assistenza personale autogestita, l’abbattimento della barriere architettoniche, le scelte di fine vita, la legalizzazione dell’eutanasia, l’accesso ai cannabinoidi medici e il monitoraggio mondiale di leggi e politiche in materia di scienza e auto-determinazione.