Aborto, manifesto a Roma: “Riforma ratificata dal potere popolare”

Dichiarazione di Filomena Gallo e Marco Perduca

Per quanto altamente offensivo di chi affronta una scelta drammatica e tragica, il manifesto di una sconosciuta piattaforma internet che promuove messaggi contro la scienza, i dati di fatto e le dignità delle donne non intimidirà chi lotta per la libertà di scelta delle donne né metterà in dubbio la bontà e la legalità della libertà di scelta anche in materia di interruzione volontaria di gravidanza. Sarebbe interessante sapere se anche la pubblicazione di questa vergognosa pubblicità sia sfuggita al controllo del Comune di Roma.

La legge italiana sull’aborto, che il 22 prossimo compie 40 anni, ha rappresentato una riforma irreversibile ratificata dal volere popolare – prova ne è il fatto che in 40 nessun governo ha provato a cancellarla e la Corte Costituzionale che spesso vede arrivare nuovi incidenti di costituzionalità conferma il dettato senza modifiche.

Il femminicidio è purtroppo un problema strutturale in tutto il mondo e va combattuto investendo in conoscenza, confronto, educazione e in quelle strutture che aiutano le vittime delle violenze ad affrontare e denunciare gli aggressori. 

L’Associazione Luca Coscioni è una associazione no profit di promozione sociale. Tra le sue priorità vi sono l’affermazione delle libertà civili e i diritti umani, in particolare quello alla scienza, l’assistenza personale autogestita, l’abbattimento della barriere architettoniche, le scelte di fine vita, la legalizzazione dell’eutanasia, l’accesso ai cannabinoidi medici e il monitoraggio mondiale di leggi e politiche in materia di scienza e auto-determinazione.