Una grande manifestazione nazionale per l'Eutanasia Legale!

Partecipa alla grande manifestazione nazionale rivolta al Parlamento, a 6 anni dal deposito della proposta di legge di iniziativa popolare per l'Eutanasia Legale, il 19 settembre in piazza San Giovanni Bosco a Roma (Metro A - Giulio Agricola).

SOSTIENI IL PROGETTO

Per vivere #LiberiFinoAllaFine, fatti vivo anche tu!

Dj Fabo ha commosso l'Italia, la Corte costituzionale ha chiesto una legge, ma il Parlamento non si è mosso. Allora ci troveremo per un grande concerto gratuito il 19 settembre, dalle 16 alle 23.30, a Roma in Piazza San Giovanni Bosco per chiedere al Parlamento di farsi vivo, finalmente, dopo 6 anni che abbiamo depositato la legge per l'eutanasia legale.

A chi deve appartenere la nostra vita?

Ai politici, ai vescovi, oppure a te?

La risposta può sembrare semplice, ma in un'Italia in cui i diritti civili spaventano i partiti, non è affatto scontata.

Per questo vogliamo riunire tutti i #LiberiFinoAllaFine, nella stessa piazza che si riempì per celebrare i funerali laici di Piergiorgio Welby nel 2006, per spronare il Parlamento a discutere di fine vita.

Sarà una grande manifestazione - concerto con artisti, giornalisti, politici, medici, operatori sanitari che in questi anni hanno sostenuto il nostro impegno, insieme alle testimonianze dei familiari delle persone che ci hanno lasciato durante gli anni della campagna per l'Eutanasia Legale.

Al momento hanno confermato la propria presenza sul palco: Marianna Aprile, Luca Barbarossa, dj Claudio Coccoluto, Andrea Delogu, Giulio Golia, Giulia Innocenzi, Kento + dj Fuzzten, Selvaggia Lucarelli, Neri Marcoré, Francesco Montanari, Il Muro del Canto, Roy Paci, Stella Pende, dj Marc Robijn, Pau e Mac dei Negrita, Emanuele VezzoliEnrico Zambianchi Nina Zilli. Ci saranno testimonianze di: Mina Welby, Beppino Englaro, Valeria Imbrogno, Chiara Rapaccini Mario Riccio. Tra i parlamentari presenti che hanno confermato: Riccardo Magi ed Emma Bonino. Presto avremo il programma della giornata. Nel frattempo sostieni l'organizzazione dell'evento con una donazione!

“La soluzione del quesito di legittimità costituzionale coinvolge l’incrocio di valori di primario rilievo, il cui compiuto bilanciamento presuppone, in via diretta ed immediata, scelte che anzitutto il legislatore è abilitato a compiere".

Corte costituzionale

I numeri della campagna

130.599 firme depositate alla Camera dei Deputati

Dall'inizio del 2013 a oggi abbiamo depositato oltre 130.000 firme alla Camera dei Deputati, eppure la proposta di legge di iniziativa popolare -che nel 2017 ha portato all'approvazione della legge sul BioTestamento- non è mai stata discussa nella parte che riguarda l'Eutanasia Legale.

46% dei suicidi in Italia hanno come movente la malattia

Secondo gli ultimi dati Istat – dallo stesso istituto definiti sottostimati – nel decennio 2000-2009 (esclusi gli anni 2004 e 2005 per i quali non si hanno informazioni) sono stati 31.621 i suicidi in Italia. Nel solo anno 2010, dove i suicidi sono stati 3.048, il movente delle malattie fisiche e psichiche si attesta come la causa principale di suicidio con una percentuale del 46%. La stessa ragione spinge il 39% di coloro che hanno solamente tentato il gesto estremo.

93% gli italiani favorevoli a una legge

Il 56% degli italiani è assolutamente a favore di una legge sulla legalizzazione dell'Eutanasia, e un ulteriore 37%, per una regolamentazione dell'accesso a determinate condizioni fisiche e di salute. Emerge da una ricerca Swg, commissionata dall'Associazione Luca Coscioni, su un campione di 1000 persone di tutte le fasce di età.

Abbiamo raccolto finora 28704€ su 100.000€
sostienici anche tu

Scegli l’importo
1

Scegli l'importo

Inserisci i tuoi dati
2

Inserisci i tuoi dati

Scegli il metodo di pagamento
3

Scegli il metodo di pagamento

Ho letto l’informativa sul trattamento dei dati ai sensi della vigente normativa e del Reg (UE) 679/2016 (www.associazionelucacoscioni.it/privacy) e acconsento alle finalità connesse all’invio della newsletter in formato elettronico e cartaceo.

Totale 0