Anna ora è libera, ma altri rischiano di non esserlo

Con una donazione puoi aiutarci a difendere il diritto alla morte volontaria assistita.

DONA ORA
testata landing

“Anna” è il nome che avevo scelto e, per il rispetto della privacy della mia famiglia, resterò “Anna”. Ho amato con tutta me stessa la vita, i miei cari e con la stessa intensità ho resistito in un corpo non più mio. Ho però deciso di porre fine alle sofferenze che provo perché oramai sono davvero intollerabili. Voglio ringraziare chi mi ha aiutata a fare rispettare la mia volontà, la mia famiglia che mi è stata vicina fino all’ultimo. Io oggi sono libera, sarebbe stata una vera tortura non avere la libertà di poter scegliere.

Il desiderio di Anna era quello di “essere libera”, come piaceva dire a lei.

Anna ha potuto terminare la propria vita senza soffrire a casa propria, con l’aiuto degli operatori del Servizio Sanitario nazionale e gratuitamente, sulla base della sentenza “Cappato-DJ Fabo” della Corte costituzionale, dopo 389 giorni di attesa e l’intervento di un Tribunale.

È un precedente fondamentale, che ora dobbiamo difendere da chi si sta già mobilitando contro. Ora quasi tutti gridano infatti che “ci vuole una legge”, ma dobbiamo fare attenzione. 

Sicuramente serve la legge regionale “Liberi Subito” promossa dall’Associazione Luca Coscioni per evitare che persone come Anna debbano lottare per mesi dentro e fuori i tribunali. 

Dobbiamo difenderci su 6 casi di persone aiutate alla morte volontaria, casi per i quali nostri volontari si sono autodenunciati e per i quali si potrebbe aprire a breve un processo.

Con l’Associazione Luca Coscioni, con le disobbedienze civili, con le informazioni ai pazienti attraverso il Numero Bianco, con le raccolte firme regionali sulla legge “Liberi Subito” faremo di tutto per difendere quanto già ottenuto e per affermare gli stessi diritti in tutta Italia. 

I sondaggi danno ragione a noi e confermano che più di 7 italiani su 10 sono d’accordo. Ma  la maggioranza della classe politica continua a opporsi. 

Ed è qui che entri in gioco tu. Insieme, possiamo essere più forti e sventare il rischio che riescano a sabotare i diritti che abbiamo già conquistato.

Fai una donazione ora, aiutaci a difendere questi diritti e a tenere vivo il desiderio di tante altre persone come Anna.

Grazie.

Abbiamo raccolto finora 39.141€ su 50.000€
sostienici anche tu

Tipo di donazione
1

Tipo di donazione

Scegli l’importo
2

Scegli l'importo

Frequenza

Importo

Inserisci i tuoi dati
3

Inserisci i tuoi dati

Scegli il metodo di pagamento
4

Scegli il metodo di pagamento

Ho letto l'informativa sul trattamento dei dati ai sensi della vigente normativa e del Reg (UE) 679/2016 (associazionelucacoscioni.it/privacy).

Totale 0