Livelli Essenziali Assistenza

Livelli essenziali di Assistenza

I livelli essenziali di assistenza (LEA) sono le prestazioni e i servizi di assistenza sanitaria che il Servizio sanitario nazionale è tenuto a fornire a tutti i cittadini, gratuitamente o dietro pagamento di una quota di partecipazione (ticket). Il 23 febbraio 2002 è entrato in vigore il Decreto del Presidente delConsiglio dei Ministri del 29 novembre 2001 che definisce i Livelli essenziali di assistenza (Lea). L’Associazione Luca Coscioni si batte per il loro aggiornamento.

Cosa sono i livelli essenziali di assistenza ( LEA)

I livelli essenziali di assistenza (LEA) sono le prestazioni e i servizi che il Servizio sanitario nazionale è tenuto a fornire a tutti i cittadini, gratuitamente o dietro pagamento di una quota di partecipazione (ticket). Il 23 febbraio 2002 è entrato in vigore il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 29 novembre 2001 che definisce i Livelli essenziali di assistenza (LEA).
Il sistema dei livelli essenziali di assistenza prevede:

  • assistenza sanitaria collettiva in ambiente di vita e lavoro;
  • assistenza distrettuale;
  • assistenza ospedaliera.

I Lea sono organizzati in tre grandi aree: l’assistenza sanitaria collettiva in ambiente di vita e di lavoro, che comprende tutte le attività di prevenzione rivolte alle collettività ed ai singoli; l’assistenza distrettuale, vale a dire le attività e i servizi sanitari e sociosanitari diffusi capillarmente sul territorio, dalla medicina di base all’assistenza farmaceutica, dalla specialistica e diagnostica ambulatoriale alla fornitura di protesi ai disabili, dai servizi domiciliari agli anziani e ai malati gravi ai Servizi territoriali consultoriali; l’assistenza ospedaliera, in pronto soccorso, in ricovero ordinario, in day hospital e day surgery, in strutture perla lungo degenza e la riabilitazione, e così via.

È molto importante ricordare che le prestazioni e i servizi inclusi nei LEA rappresentano il livello “essenziale” garantito a tutti i cittadini ma le Regioni, come hanno fatto fino ad oggi, potranno utilizzare risorse proprie per garantire servizi e prestazioni ulteriori rispetto a quelle incluse nei LEA.

Livelli Essenziali di Assistenza (Lea): cosa facciamo noi

Da anni ci battiamo per l’aggiornamento dei LEA e la revisione della lista delle tipologie di ausili erogabili con relativa eliminazione di quelle obsolete a fronte dell’inclusione delle nuove tecnologie (che possono essere anche meno costose rispetto a quelle nomenclate). Difatti un più efficace sistema di identificazione dei dispositivi erogabili attraverso la registrazione approvata da un’apposita commissione simile a quella del farmaco, dei modelli fornibili (così come avviene in tutta Europa ed in tutti i paesi civili del mondo) in un “Repertorio” degli ausili tecnici, peraltro già previsto dalla legge finanziaria 2006 – art. 292 comma b), permetterebbero da soli e “a costo zero” l’eliminazione della quasi totalità delle forniture difformi, “discrezionali” ed incontrollabili in quanto ad appropriatezza e congruità, che costituiscono il vulnus più appariscente e più grave dell’attuale sistema.

Le richieste dell’Associazione Luca Coscioni al Ministero e al Governo sono dunque le seguenti: approvazione immediata dell’aggiornamento del Nomenclatore; emanazione del decreto sui LEA.

Le persone disabili hanno il diritto di conoscere con chiarezza e senza ambiguità quali sono i dispositivi a cui hanno effettivamente diritto, senza sottoporsi ad umilianti mercanteggiamenti per sapere se un determinato prodotto può essere ottenuto gratuitamente oppure no, oppure tra quali modelli di ausilio sia possibile effettuare la scelta; l’Associazione Luca Coscioni da anni si batte per i loro diritti e per il dovere da parte delle istituzioni di garantire condizioni di vita accettabili, possibili e degne di un Paese sviluppato come l’Italia. Speriamo che questo nuovo lavoro messo in campo dal Ministro Lorenzin possa avvalersi anche della proposta tecnica da noi formulata che consentirebbe a costo zero già un primo aggiornamento tecnico dell’elenco ausili.

– Lettera inviata al Ministro Lorenzin relativamente alla pubblicità del testo aggiornato di LEA e Nomenclatore per il 2016