La libertà di ricerca scientifica ha mosso l’impegno politico di Luca Coscioni, e la nascita dell’Associazione che porta il suo nome, perché l’Italia è frenata da un astratto concetto di vita. In Italia e non solo, infatti, troppe ideologie e assolutismi, in particolare religiosi, ostacolano l’avanzamento della ricerca che potrebbe portare un giorno benefici per persone affette da malattie che oggi non lasciano speranza di vita.

Le lotte sulla libertà di ricerca scientifica. Guarda il video.

Dalla libertà di ricerca scientifica sulle Cellule staminali a quella sugli Ogm, dalla possibilità di conservare per uso autologo le cellule del Cordone ombelicale alle questioni che hanno portato talvolta ad una discussione fuorviante sulla Sperimentazione animale, l’Associazione Luca Coscioni con laicità si è confrontata in questi anni tenendo sempre a mente il peso della malattia e della speranza di cura che risiede in quella libertà di ricerca scientifica troppo spesso soffocata da questioni che non riguardano la scienza.

Luca Coscioni disse in un suo celebre intervento: “le nostre esistenze hanno bisogno di libertà per la ricerca scientifica. Ma, non possono aspettare. Non possono aspettare le scuse di uno dei prossimi Papi”.