Foto di Fabo Antoniani e Marco Cappato
Firma subito

APPELLO A GENTILONI: IL GOVERNO NON DIFENDA DAVANTI ALLA CORTE COSTITUZIONALE IL CODICE PENALE FASCISTA SULL’AIUTO AL SUICIDIO

Noi sottoscritti, 
considerato:
  • il reato in vigore di “istigazione e aiuto al suicidio”, risalente al codice penale promulgato dal Regime Fascista nel 1930, e punito con una pena da 5 a 12 anni di carcere;
  • il procedimento pendente davanti alla Corte costituzionale sulla costituzionalità del mero aiuto materiale al suicidio, così come sollevato dalla Corte di Assise di Milano nell’ambito del processo a carico di Marco Cappato per l’aiuto fornito a Fabiano Antoniani ad ottenere assistenza alla morte volontaria in Svizzera
  • chiediamo al Governo italiano di non intervenire a difesa della costituzionalità di quel reato, e dunque di non dare mandato all’avvocatura di Stato di costituirsi in tale procedimento

Primi firmatari

  • Roberto Saviano, scrittore
  • Selvaggia Lucarelli, giornalista
  • Piergiorgio Odifreddi, matematico
  • Carlo Flamigni, ginecologo
  • Paolo Veronesi, docente diritto costituzionale, Università di Ferrara
  • Emilio Dolcini, Professore emerito di diritto penale, Università di Milano
  • Guido Stampanoni Bassi, avvocato e direttore editoriale della rivista giuridica Giurisprudenza Penale
  • Nerina Boschiero, Presidente del Comitato di Direzione della Facoltà di Giurisprudenza, Università degli Studi di Milano
  • Ernesto Bettinelli, Professore di storia costituzionale, già Professore ordinario di Diritto costituzionale”, Università di Pavia

 

Condividi l'appello con la tua rete professionale su Linkedin