prima pagina agenda coscioni n.66

Agenda Coscioni anno XI n.02: Dicembre 2016

Scegliere libertà e scienza con una iscrizione. Nel 2016 sono stati 1648 gli iscritti che hanno assicurato la vita e le lotte dell’associazione per il 2016. Grazie a te, e a loro! Nel 2017 per raggiungere gli importanti obiettivi che ci siamo prefissati abbiamo bisogno di te. Ci stai?

prima pagina agenda coscioni n. 65

Agenda Coscioni anno XI n.01: Novembre 2016

Legalizziamo! una storia che continua... 68.595 firme raccolte in nove mesi di straordinaria mobilitazione militante e consegnate l’11 novembre alla Camera dei Deputati. La campagna popolare Legalizziamo! adesso diventa di pressione parlamentare perché si discuta la legalizzazione della cannabis.

agenda-coscioni-64

Agenda Coscioni anno IX n.02: Agosto 2015

La dichiarazione universale dei diritti umani e il Patto Onu per i diritti economici e sociali stabiliscono il diritto alla scienza, inteso come obbligo per gli Stati sia di rispettare la libertà della scienza che di garantire l'accesso ai benefici che da essa provengono. Come Associazione Luca Coscioni abbiamo anche quest'anno operato nei tribunali, nelle assemblee istituzionali e tra i cittadini perché quel diritto non restasse sulla carta. Leggi tutto

agenda-coscioni-63

Agenda Coscioni anno IX n.01: Giugno 2015

Per restituire libertà ai cittadini che non a causa della loro disabilità ma in conseguenza del mancato rispetto delle leggi vedono negato il loro diritto di piena cittadinanza e libertà di movimento. L’azione dell’Associazione Luca Coscioni, attraverso il Progetto Soccorso Civile per l’eliminazione delle barriere architettoniche.
agenda-coscioni-63.jpg
 

agenda-coscioni

Agenda Coscioni anno VIII n.02: 2014

Non ci lasciamo ingannare da chi scommette sulla paura e sulla confusione. Rispettare ed aiutare le libere scelte più diverse, anche opposte, è possibile sempre: al principio e alla fine della vita, nella salute e nella malattia, con l'ausilio della ricerca libera, di terapie, tecnologie e assistenza, o con la rinuncia a trattamenti non più richiesti. Non c'è contraddizione nel consentire di vivere liberi dall'inizio alla fine. Ci sono ostacoli: ci battiamo per superarli. Anche nel 2015, insieme a chi vorrà.