Dona il tuo 5x1000all'Associazione per le libertà civili.

Per essere liberi di scegliere,dall'inizio alla fine.

Ricevi promemoria direttamente sul tuo cellulare

Scopri di più
Perché l'ALC

L’Associazione Luca Coscioni nasce per difendere le ragioni della scienza e delle libertà, in Italia e non solo.

In questo momento la pandemia di Covid19 sta rendendo più evidente la loro importanza a tutti.

Abbiamo lottato con DJ Fabo e Davide Trentini fino in Svizzera per permettere loro di vivere liberi fino alla fine.
Anche grazie a loro e alle nostre disobbedienze civili, la Camera dei Deputati ha approvato il disegno di legge sul testamento biologico.

Ma il fine vita è solo uno dei tanti temi che ci stanno a cuore.
Dalla fecondazione assistita alla maternità libera e responsabile, dalla libertà di ricerca al diritto di godere dei benefici della scienza, dalla lotta contro le barriere architettoniche alla libertà di cura, ciascuno di essi ha un costo. Che paghiamo volentieri, per le nostre libertà.

Il tuo 5x1000 per le libertà di tutti.

Liberi di darci fiducia e sostenere i nostri sforzi per contribuire a un'Italia libera e laica.

Il tuo 5x1000. Utile al 100%.

Tutte le nostre battaglie sono pubbliche, sotto gli occhi dei media e del mondo. Sempre in prima linea per trasformare l’Italia in un Paese più libero e laico, nel quale tutti possano scegliere cosa fare della propria vita secondo la propria coscienza.

Lottiamo perché crediamo nella libertà e nella responsabilità dei cittadini, e vogliamo che essere liberi sia legale.

Come donare

In pochi secondi, puoi aiutarci a cambiare l’italia. E non ti costa nulla.

Puoi donare il tuo 5×1000, una scelta che non ti costa nulla (perché verseresti comunque all’Erario quella quota d’imposte).
È sufficiente inserire il codice 97283890586 nel riquadro "sostegno del volontariato..." nella pagina dedicata alla "SCELTA PER LA DESTINAZIONE DEL CINQUE PER MILLE DELL'IRPEF" della tua dichiarazione dei redditi.

Fac-Simile intestazione 5x1000

Il tuo gesto ci aiuterà a conquistare nuove libertà e a difendere quelle già acquisite, per un domani più libero, per tutti.
Se vuoi ricevere più informazioni, contattaci scrivendo all’indirizzo e-mail: 5x1000@associazionelucacoscioni.it

Passaparola

Se condividi i nostri obiettivi, condividi le nostre lotte.

Puoi aiutarci a farci conoscere e raggiungere ancora più sostenitori. Con poco, abbiamo fatto moltissimo:
con il tuo aiuto possiamo fare ancora di più.

INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

I Suoi dati saranno trattati da coloro che operano sotto l’autorità dei contitolari, nonché dai soggetti esterni che, ove ritenuto necessario o opportuno, sono nominati responsabili del trattamento.

Il trattamento avverrà sia con strumenti cartacei, che con l’ausilio di apparecchiature elettroniche, nel pieno rispetto dei principi dettati dal GDPR, anche relativamente alla adozione delle misure adeguate a garantire la sicurezza, la protezione e la riservatezza dei Suoi dati personali.

Il conferimento dei dati personali non è obbligatorio, ma in suo difetto non sarà possibile dare seguito alla gestione del rapporto associativo ovvero gestire la sua posizione in qualità di simpatizzante o donatore o richiedente informazioni.

I dati personali potranno essere comunicati a soggetti terzi presso i quali sono esternalizzati alcuni servizi di natura fiscale, contabile, amministrativa e gestionale.

I Suoi dati potranno esser utilizzati, previo Suo consenso, anche per l’invio tramite sms, altri sistemi di messaggistica (es: whastup), e-mail, di materiale informativo relativo alle attività ed alle campagne portate avanti dai contitolari per il perseguimento dei relativi fini statutari.

Il consenso potrà esser revocato in ogni momento.

I dati da Lei forniti saranno conservati dopo la cessazione del rapporto associativo, per il solo periodo necessario all’adempimento degli obblighi di legge che i contitolari sono tenuti a rispettare, ovvero per il periodo comunque necessario all’esercizio dei diritti di difesa in caso di contenzioso.

I dati forniti dai simpatizzanti o donatori o militanti e volontari, o richiedenti informazioni, saranno conservati, previo Suo consenso, per il sopra citato invio di materiale informativo.

Ai sensi del GDPR, Le è attribuito l’esercizio di specifici diritti, tra cui, alle condizioni indicate nel GDPR, quello di accedere ai Suoi dati (art. 15), di rettificarli (art. 16), di cancellarli (art. 17), di limitarli (art. 18), nonché il diritto di opporsi al relativo trattamento (art. 21) (4). Tutti i suoi diritti potranno esser esercitati anche mediante la proposizione di un reclamo al Garante per la protezione dei dati personali.

Contitolari del trattamento sono: • l’Associazione Luca Coscioni per la ricerca scientifica, con sede in Via di San Basilio 64 - 00187 Roma tel. 06.64010848 Fax 06.23327248– PEC associazionelucacoscioni@pec.it – E-mail: info@associazionelucacoscioni.it;
• l’Associazione Soccorso Civile, con sede in Via Gian Leonardo 16 – 00147 Roma
• l’Associazione Science for democracy, con sede in Rue Ducale 41 – 1000 Bruxelles - Belgio tel. +32.27810823 E-mail: info@sciencefordemocracy.org

Ultima revisione di questa informativa: dicembre 2019

---------------

[1] Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27.04.16 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento di dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la Direttiva 85/46/CE (General Data Protection Regulation)

[2] Rientrano nella nozione di dati particolari, tra gli altri, e per quanto qui interessa, quelli che rivelano la origine razziale o etnica, l’appartenenza sindacale, i dati biometrici intesi ad identificare in modo univoco una persona fisica, ed i dati relativi alla salute

[3] La cd. base giuridica del trattamento, deve quindi esser individuata nell'art. 6 par. 1 lett. f) (bilanciamento di interessi) e, quanto ai dati particolari, nell'art. 9 par. 2 lett. d) del GDPR

[4] Essendo il trattamento dei suoi dati basato sul legittimo interesse di cui all'art. 6 par. 1 lett. f), non sussistono i presupposti per l’esercizio del diritto alla portabilità di cui all'art. 20 del GDPR