Mattarella: bene riferimento a disabili e diritti civili, ma urge intervento di garanzia costituzionale

Mattarella: bene riferimento a disabili e diritti civili, ma urge intervento di garanzia costituzionale

Filomena Gallo, Gustavo Fraticelli e Marco Cappato
3 Feb 2015

Dichiarazione di Filomena Gallo, Gustavo Fraticelli e Marco Cappato, a nome dell'Associazione Luca Coscioni 

L'Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica dà volentieri atto al neo Presidente della Repubblica di aver richiamato nel suo discorso alle Camere l'esigenza di garantire i principi della Costituzione mediante il pieno sviluppo dei diritti civili e la rimozione di ogni barriera che limiti i diritti dei disabili.
I diritti delle persone con disabilità sono sistematicamente conculcati, attraverso la disapplicazione di precise normative in materia (ad esempio per l'abbattimento delle barriere architettoniche) anche da parte di chi dovrebbe farsi promotore di una piena inclusione sociale delle persone con disabilità.

Per quanto riguarda i diritti civili, è urgente che il Parlamento torni ad essere investito non solo del tema dell'illegalità dello Stato italiano in materia di giustizia e carceri, ma anche delle libertà civili fondamentali come il diritto alla salute e all'autodeterminazione in materia di scelte di fine-vita, aborto, droghe, libertà di ricerca scientifica.

Facendo nostra la metafora utilizzata del Presidente Mattarella, reputiamo che, in tema disabilità e diritti civili, “i giocatori” siano lungi dall’essere “corretti” e quindi l'intervento dell'"arbitro" o, meglio, del garante dell’applicazione della Costituzione, è quanto mai necessario ed urgente. Anche per questo, rivolgiamo al Presidente i nostri migliori auguri di buon e proficuo lavoro!